|

Home2015Ottobre

Ottobre 2015

Vite spezzate o sconvolte tra le macerie e, sullo sfondo della tragedia, i resti di chiese, palazzi storici e monumenti di valore inestimabile. Sono più di 300 gli edifici storici danneggiati, e più di 5000 le segnalazioni di danni a beni artistici secondo le informazioni diffuse dal Ministero della Cultura sui danni al patrimonio storico-artistico dei paesi del centro Italia dopo i devastanti terremoti da agosto ad oggi.

In foto la cattedrale vegetale di Giuliano Mauri

Il Gran Caffè Gambrinus rientra fra i primi dieci Caffè d’Italia e fa parte dell’Associazione Locali Storici d’Italia.

Inaugurato il 30 ottobre 1860 riscosse immediatamente un enorme successo e riscontro da parte della popolazione di ogni ceto, richiamata dall’opera di pasticceri, gelatai, e baristi , diventando ben presto  “Fornitore della Real Casa”.Passarono nelle sue sale dorate personaggi storici come D’Annunzio
Benedetto Croce, Matilde Serao, Eduardo Scarpetta, Totò e i De Filippo, Ernest Hemingway, Oscar Wilde, Jean Paul Sartre.

Pericle – Discorso agli Ateniesi, 431 a.C.

 

Qui ad Atene noi facciamo così.

Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.

Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri, chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento.

Qui ad Atene noi facciamo così.

La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l’uno dell’altro e non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo. Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.

Un cittadino ateniese non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private, ma soprattutto non si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.

E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso.

Qui ad Atene noi facciamo così.

Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benché in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla.

Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della democrazia.

Noi crediamo che la felicità sia il frutto della libertà, ma la libertà sia solo il frutto del valore.

Insomma, io proclamo che Atene è la scuola dell’Elaide e che ogni ateniese cresce sviluppando in sé una felice versalità, la fiducia in se stesso, la prontezza a fronteggiare qualsiasi situazione ed è per questo che la nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero.

Qui ad Atene noi facciamo così.

L’annoso  problema di piazza Verdi e dintorni  , con le notti insonni per i residenti che ,ancora a tarda notte ,devono sorbirsi i rulli di tamburo e gli schiamazzi dei ragazzi in strada ,pare non sia in via di risoluzione.

Il nuovo procuratore di Bologna ,Giuseppe Amato , ammette che si tratta di un problema di non facile soluzione  e chiama in causa la polizia municipale che deve dare un contributo fondamentale nella gestione dell’ordine pubblico.
Solo un mese fa ,però, una pattuglia della polizia intervenuta per una chiamata dei residenti ,quasi alle 3 di notte , ha risposto al rappresentante di Assopetroni : se la risolva da solo…

Altri bellissimi borghi antichi della zona dei monti Sibillini si sono frantumati a causa delle nuove forti scosse di terremoto di ieri sera. Grazie all’orario e alla prima scossa che aveva fatto uscire in strada le persone , sembra non ci siano vittime.

“La terra continua a tremare, Lloyd”
“Purtroppo sì, sir”
“Ma non c’è nulla che possiamo fare?”
“Credo che l’unica cosa sia evitare che, insieme alle case, il terremoto abbatta anche gli animi, sir”
“E come è possibile fare ciò, Lloyd?”
“Dimostrando un’incrollabile solidarietà umana, sir”
“Rimaniamo in piedi, Lloyd”
“E uniti, sir”

La Torre degli Asinelli diventa lo scenario della più famosa opera di William Shakespeare: lungo le scale, sui piani lignei e sul terrazzo il pubblico si potrà ascoltare la storia di Romeo e Giulietta dalla voce registrata di Carmelo Bene, che dalla terrazza della stessa torre recitò Dante a un anno dalla Strage di Bologna.
Sarà l’evento di apertura di una celebrazione dell’autore nella ricorrenza dei 400 anni dalla sua morte.
Fino al 26 dicembre si potrà assistere a svariate manifestazioni in vari punti della città.

Stasera al Forum Monzani di Modena  Steve Mc Curry, intervistato da Gianni Riotta, presenta il libro “Il mondo di Steve McCurry” (Mondadori Electa).
“Dagli altopiani gelidi dell’Afghanistan, ai torridi deserti africani, dalle tormentate città dell’America Latina, dalle soavi piazze d’arte italiane, il suo mondo ha confini lontanissimi, preclusi al comune viaggiatore.”
Steve McCurry è ormai considerato uno dei fotografi più importanti del secondo dopoguerra. Insieme a molti altri riconoscimenti, ha ottenuto la Robert Capa Gold Medal, il National Press Photographers Award e, per la prima volta nella storia, quattro primi premi assegnati dal World Press Photo.

Giovanni Rodari è stato uno scrittore, pedagogista, giornalista e poeta italiano, specializzato in testi per bambini e ragazzi e tradotto in moltissime lingue. 
 
Data di nascita: 23 ottobre 1920, Omegna
Data di morte: 14 aprile 1980, Roma

Dopo la pioggia
di Gianni Rodari

Dopo la pioggia viene il sereno,
brilla in cielo l’arcobaleno:

è come un ponte imbandierato
e il sole vi passa, festeggiato.

è bello guardare a naso in su
le sue bandiere rosse e blu.

Però lo si vede – questo è il male –
soltanto dopo il temporale.

Non sarebbe più conveniente
il temporale non farlo per niente?

Un arcobaleno senza tempesta,
questa si che sarebbe una festa.

Sarebbe una festa per tutta la terra
fare la pace prima della guerra.

In queste notti passeremo tra le polveri della cometa di Halley!
Questi piccoli detriti daranno vita allo sciame delle Orionidi e potremo osservare un buon numero di stelle cadenti.
Purtroppo lo spettacolo sarà più visibile nella seconda parte della notte.
La zona da individuare sarà quella della costellazione di Orione ,una costellazione “invernale ” che sorge ad est qualche ora dopo il tramonto ,facilmente riconoscibile dalla sua Cintura ( i 3 re ) e dalle luminosissime Betelgeuse e Rigel.

Si attendono segnali da Marte.
Il lander dimostrativo Schiaparelli  ha raggiunto il pianeta rosso  ma non è stato ancora possibile ricevere messaggi chiari sul suo stato di salute.Il segnale  si è bruscamente interrotto, per motivi ancora da definire, dopo l’apertura del paracadute e probabilmente dell’accensione dei razzi. 

in foto il radiotelescopio di Medicina

Ieri sera su rai uno il debutto della serie televisiva “i Medici “: una fra le produzioni televisive anglo-italiane più attese della stagione. Era da molto tempo che, il pubblico italiano, non aspettava con trepidazione il debutto di una serie tv; o per un cast stellare (da Dustin Huffman a Richard Madden) o perché  si riverbera una pagina immortale della nostra storia moderna, I Medici rappresentano il fiore all’occhiello della serialità contemporanea. Suddivisa in 8 episodi, la produzione anglo-italiana, sarà la prima ad essere trasmessa anche in alta definizione, simbolo che finalmente il Bel Paese apre le porte all’innovazione.

Thomas Alva Edison (Milan11 febbraio 1847 – West Orange18 ottobre 1931) è stato un inventore e imprenditore statunitense.

Fu il primo imprenditore che seppe applicare i principi della produzione di massa al processo dell’invenzione. Era considerato uno dei più prolifici progettisti del suo tempo, avendo ottenuto il record di 1.093 brevetti registrati a suo nome, in tutto il mondo. Il primo progetto che lo rese famoso fu il fonografo, ma la sua vera abilità era quella di comperare, modificare e rivendere le idee di altri.

Anche l’invenzione della lampadina ad incandescenza era in realtà stata di Goebel che poi lui ricomprò e perfezionò al punto di essere conosciuto come il vero inventore.

Comunque sia ,un grande affarista e un grande genio.

Nel XIII secolo Bologna era la quinta città europea per popolazione e il maggior centro tessile d’Italia. L’acqua ha significato per secoli l’energia essenziale per alimentare le attività manifatturiere e commerciali e in particolare per i mulini da seta. La seta stessa, ritorta, percorreva su barche il Navile che collegava Bologna a Malalbergo per poi arrivare a Ferrara e quindi a Venezia dove veniva imbarcata per raggiungere le varie mete Europee in cui si commerciava. La produzione e il commercio di seterie e in primo luogo dei celebri “veli” di Bologna furono la fortuna economica di non poche famiglie.
Ieri la giornata del FAI prevedeva un percorso suggestivo attaverso il Navile.

Giornata mondiale dell’alimentazione  la celebrazione viene osservata ogni anno in più di 150 nazioni  per sensibilizzare sulle problematiche della povertà, della fame e della malnutrizione nel mondo, sulla sicurezza alimentare e per diffondere diete nutrienti per tutti. L’obiettivo principale è incoraggiare le persone, a livello globale, ad agire contro questi problemi.

il tema di quest’anno sarà” “Il clima sta cambiando. Il cibo e l’agricoltura anche”.
La FAO fa appello ai paesi affinché affrontino l’alimentazione e l’agricoltura nei loro piani d’azione sul clima e investano di più nello sviluppo rurale.

” Cosa si può fare?

Ognuno ha un ruolo da svolgere nel mitigare gli effetti del cambiamento climatico. I paesi devono investire nei piccoli agricoltori e incrementare la produzione di cibo in modo sostenibile, ma ci sono anche una serie di cose che ognuno di noi può fare per contribuire. Diventando consumatori coscienziosi o etici e cambiando semplici decisioni giorno per giorno, per esempio, sprecando meno cibo, o mangiando meno carne e più legumi, possiamo ridurre il nostro impatto ambientale e fare la differenza.”

Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo per il potere perché conoscere è saper leggere, interpretare, verificare di persona e non fidarsi di quello che ti dicono. La conoscenza ti fa dubitare. Soprattutto del potere. Di ogni potere.“
– Dario Fo, la Repubblica, 13 giugno 2004.

Knockin’ on Heaven’s Door è una canzone scritta da Bob Dylan per la colonna sonora del film Pat Garrett & Billy the Kid, del 1973, divenuta successivamente una delle sue canzoni più famose.

Il Premio Nobel per la letteratura è stato assegnato ,a sorpresa, a Bob Dylan “per aver creato nuove espressioni poetiche all’interno della grande tradizione della canzone americana” Le sue canzoni sono evocative, ricche di metafore e di figure controverse ,sicuramente piene di fascino.

Il Pd spaccato tra il SI e il NO

Il problema più grande per Renzi, che deve rimontare, sta nel suo “Comma 22”: avendo perso terreno all’inizio della corsa per aver personalizzato il referendum (“se perdo me ne vado”) ora è costretto a spendersi al massimo per ribaltare la situazione.

12 ottobre 1492   La“scoperta” dell’America può essere intesa quale “evento inaugurale” del dominio dell’Occidente europeo sul resto del mondo.

Benché l’obiettivo principale fosse quello di espandere i propri affari commerciali, civilizzando e propagando la fede cristiane nel “Nuovo Mondo”, il processo di colonizzazione produsse una sistematica distruzione, in taluni casi persino fisica, delle culture delle popolazioni locali.