|

 

Attività fisica e promozione della salute

Siamo nati per muoverci: l’attività fisica ha accompagnato non solo lo sviluppo dell’uomo sin dalle origini, ma anche la sua capacita di adattamento all’ambiente in cui vive.

L’uomo ha sviluppato nel corso dei millenni la capacità di “dominare l’ambiente di vita” nel quale il movimento e la rapidità fisica potevano condizionarne la sopravvivenza

La sedentarietà caratteristica dei nostri tempi ha di fatto annullato questa capacità che pertanto, va contrastata promuovendo l’attività fisica in tutte le sue forme ed in tutte le età.

La sedentarietà viene considerata oggi uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Studi recenti condotti negli USA hanno dimostrato che due ore e mezzo di camminata alla settimana riducono di un terzo gli infarti miocardici.

Un’attività fisica condotta regolarmente, migliora in particolare la capacità funzionale del cuore, dei polmoni e dei muscoli, inducendo anche uno stato di benessere psicofisico.

La promozione dell’attività fisica accompagnata da sani stili di vita, deve essere effettuata con strategie diverse a seconda delle fasce di età.

Nei bambini e negli adolescenti occorre combattere l’obesità e/o il sovrappeso che in Italia rappresentano ben il 35% della popolazione tra i 7 e 9 anni.

Pertanto nell’età scolare è necessario sviluppare programmi di attività fisica e favorire la partecipazione ad attività sportive agonistiche e non agonistiche, che si sono dimostrati utili ad un armonico accrescimento biofisico dell’individuo con benefici riflessi sulla vita sociale.

Nell’età adulta è consigliabile un esercizio fisico costante e controllato che, oltre ad indurre effetti benefici sulla funzione cardiaca, respiratoria, muscolare ed osteo-articolare, contribuisce a ridurre il peso corporeo, diminuisce la pressione arteriosa ed i livelli di colesterolo nel sangue.

Nell’età avanzata vengono consigliati programmi di attività fisica “particolare” che hanno lo scopo di migliorare la forza di gruppi di masse muscolari con esecuzione di esercizi di tipo intermittente, (cioè alternare brevi fasi di attività muscolare con frequenti momenti di riposo) ed esercizi fisici in gruppo, che producono effetti positivi sul piano psicologico, riducendo l’isolamento sociale degli anziani.

Nella popolazione adulta ed anziana è necessario che l’attività fisica venga svolta in condizioni di assoluta sicurezza, sia sul piano sanitario (controlli medici preventivi) che ambientale (palestre attrezzate gestite da personale qualificato)

 

 

Share Post
Written by