|

 

BoCW, ovvero Bologna Cocktail Week

Una manifestazione dedicata al mondo del beverage nelle sue forme più artistiche e culturali. Ma più, un vero e proprio tour itinerante che toccherà 25 tra i più frequentati, conosciuti ed apprezzati cocktail bar cittadini. Questo, in sintesi, è BoCW, Bologna Cocktail Week che vive la sua prima edizione in concomitanza con BDW, la settimana del design che sta animando Bologna (inaugurata il 26, terminerà il 30) con 16 anteprime, 154 partecipanti e 157 eventi in occasione ed in collaborazione con Cersaie.

Ma tornando alla CocktailWeek, come detto sono 25 i locali che, in parternship con alcuni dei prodotti di maggior rilievo (come Martini, Tanqueray, Amarene Fabbri, Lurisia, Varnelli, Mielizia, Amaro Montenegro), ospiteranno le performance di alcuni dei più acclamati e capaci bartender cittadini che prepareranno cocktail creativi o rivisitazioni dei grandi classici a propria interpretazione. Si va dagli storici cocktail bar (Principe di via Mezzofanti, Boavista di via Cesare Battisti, Gran Bar di via D’Azeglio, Nu Lounge Bar e Re sole L’Inde Le palais di via de’Musei, Le Mercanzie di Piazza della Mercanzia) agli stilosissimi ed eccellenti (Emporio Armani Caffè di Galleria Cavour, Fourghetti di via Augusto Murri, Re Sole Bistrot di via San Mamolo e ViVo di Piazza di Porta Saragozza) agli emergenti ed alternativi (Casa Minghetti, Container, Dal Sarto, Emporio 1920, Fiordaliso, Foodies, Funtanir, Gesto, Il Rialto, L’ora d’aria, Macondo, Piedra del Sol, Ruggine, Stix e Wood).

Ad accompagnare le degustazioni normali, alcuni appuntamenti davvero esclusivi e da non perdere. E se quelli dei giorni passati hanno riguardato la presentazione di prodotti “Alamea” (lunedì 25 al NuLounge) o la serata degustazione “Lurisia” al Ruggine o l’esclusiva cena per 24 persone con abbinamenti food/cocktail appositamente studiati del Fourghetti o ancora la serata “Montenegro” del Rialto (martedì 26) o ancora l’imperdibile, per chi è riuscito a partecipare, masterclass “Martini” con la partecipazione del mito Mauro Lotti (mercoledì 27 sempre al Fourghetti), i prossimi appuntamenti saranno: Giovedì 28 al Fourghetti una serata a base di vermouth in cui Baldo Baldinini delizierà gli intervenuti con le sue creazioni a base di vermouth “Fourghetti” mentre il MainEvent riguarderà (dalle 14 alle 18 alla Torinese di Piazza ReEnzo) una Mixology Competition, confronto tra bar tender dei locali coinvolti nella manifestazione, al cui vincitore verrà assegnato il premio “Cocktail of the year” per la città di Bologna. Si proseguirà poi Venerdì 29 al Fourghetti (dalle 18 alle 21) con un aperitivo con degustazione di formaggi accompagnati da prodotti “Mielizia”, al Wood (dalle 18 all’1) con Borealis serata ispirata alle luci boreali con un menù food e cocktail dedicati con accompagnamento di musica elettronica nordica, mentre alle Mercanzie (dalle 20 alle 24) chiunque potrà preparare il proprio drink grazie al “RedBull lab” potendo contare sull’aiuto di bar tender professionisti. Sabato 30, infine, stessa formula allo Stix (dalle 19,30 alle 23), mentre alle Mercanzie (dalle 19.30 alle 22.30) il protagonista sarà il cocktail internazionale Negroni come status symbol.
Ma il gran finale della manifestazione sarà sicuramente rappresentato dalla cena con abbinamento di cocktail Fabbri 1905 che si terrà da ViVo in Piazza di porta Saragozza, in cui le creazioni pirotecniche di Fabio Arlotti sposeranno la cucina altrettanto inventiva e di gran classe di Vincenzo Vottero.

Share Post