|

 

Cassini va in pensione

Dopo 20 anni di duro lavoro la sonda Cassini terminerà la sua missione disintegrandosi nell’atmosfera di Saturno . La missione  ha portato a casa 400000 foto e una infinità di dati sulla conoscenza dei mondi su cui potrebbe esistere la vita insieme ad una visione dei processi fisici alla base dello sviluppo dei sistemi solari. Ma perché farla disintegrare? La sonda è ormai quasi senza alimentazione: continuerebbe a viaggiare senza guida nello Spazio e, in quel sistema così affollato – con oltre 60 satelliti noti – probabilmente finirebbe per scontrarsi con una delle tante lune del gigante gassoso . Magari contaminandoli. Pare che batteri e spore terrestri possano sopravvivere anche nello spazio. Un altro è la natura della vicina luna Titano, che per come ci si presenta è definita anche Terra primordiale: ci sono cioè condizioni simili a quelle che hanno portato alla formazione delle prime forme di vita sulla Terra e non è intenzione della missione interferire in alcun modo.

Share Post