|

 

Qui Londra

Mi sono rifugiato quassu’ 6 anni addietro. Scappavo dalla cappa berlusconiana. Avevo bisogno di aprire una finestra e fare entrare un refolo d’aria nuova. Sono scappato dall’Italia per via che c’era Silvio. Adesso non torno per via che  c’è Matteo. Chissa’ se tornero’ mai.  Qui non e’ che poi sia tanto meglio. Chiudo gli occhi e vedo Boris Johnson, capirai. Pero’ c’e che quando conviene qui  è piu’ facile prendere le distanze. Loro sono loro, e io che c’entro? Potrei farlo nella mia povera Patria? E temo di no.  Credetemi:  l’Italia e’ piu’ facile amarla da lontano.

Ho conosciuto tanti Inglesi in questi anni. Cinque simpatici. E uno anche generoso!   Io sono un minatore. Scavo, e  a furia di scavare li scopro piano piano.  Intanto un Inglese istruito se tu gli dici che e’ Inglese lui inarca quasi impercettibilmente  il sopracciglione destro  e  ti corregge sorridendo  “British, please”.  Ecco in  quel momento ti farebbe del male ma sarebbe una cosa disdicevole e quindi… E io che amo il rischio  ogni tanto la ributto li, Inglese.  A me sta cosa dell’Irlanda del Nord e della Scozia e del Galles  mica mi va giu’. E se mai qui dovessero richiedere l’attivazione dell’articolo 50, cosa mica tanto scontata,  e davvero uscire dalla Unione, e allora ciao,  la Scozia se ne va per conto suo. Da Great Britain a Little England, e io non correrei piu’ rischi.   Secondo me si fa in tempo ad andare alle elezioni politiche prima. I Lords della Camera dei Lord non sono mica tanto propensi,  a leggere cio’ che dicono ai giornali.  Sono nati Lords e lo saranno per sempre, la preoccupazione di perdere lo scranno mica li riguarda.  Non possono impedirla più per ragioni di etichetta che per convinzione democratica,  ma certamente possono ritardare  la Brexit. Magari  fino alle elezioni politiche. Poi chissa’ cosa puo’ succedere.

Beh, io continuo a essere incuriosito dagli Inglesi.  Penso spesso a Gandhi. Quando un giornalista gli chiese: “Mahatma, what you think of British civilisation”, lui esito’  un momento e rispose “I think it would be a good idea.” Penso a Gandhi, guardo gli Inglesi e sorrido.  Provero’ a raccontarveli.

Share Post
Written by