|

L’Emilia-Romagna è una delle regioni più ricche d’Europa: nel 2017 il reddito medio disponibile pro capite era pari a 22.463 euro (in aumento rispetto al valore di 21.420 euro del 2014). Il confronto con l’Italia evidenziava una situazione privilegiata per la nostra regione (+21,4% di ricchezza): la media nazionale del reddito disponibile pro capite era infatti nel 2017 di 18.505 euro.
Interessanti sono anche i dati relativi alla disuguaglianza nella distribuzione di queste risorse, misurata dal rapporto fra i redditi percepiti dal 20% più ricco della popolazione e quelli del 20% più povero. In Italia nel 2017 questo rapporto era pari a 6,1 (peggiorato rispetto al 5,8 del 2014); nella nostra regione la situazione era più favorevole, con un rapporto di 4,5 (in leggero miglioramento rispetto al 4,7 del 2014).
La maggiore ricchezza e la minore disuguaglianza nella distribuzione dei redditi motivano la migliore posizione della nostra regione relativamente al rischio di povertà di reddito dopo i trasferimenti sociali.
In Emilia-Romagna nel 2018 la quota di popolazione che presentava un reddito inferiore al 60% del valore mediano era pari al 10,1%, contro il 20,3% in Italia e il 17,1% nell’Unione Europea.
Fonte dei dati: Eurostat/Istat

OBIETTIVO AGENDA 2030 ONU: 10

Share Post