|

 

Viaggiare è vivere

I bambini devono viaggare. Con i loro genitori. Sarà un’ esperienza stancante e a volte stressante ma che consiglio a tutti, anche perché rafforza i rapporti: siete voi che conoscete i vostri piccoli e che quindi saprete affrontare insieme a loro tutte le situazioni che vi si presenteranno davanti, magari approfittando, per chi può, dell’assistenza a casa di nonni e babysitter.

Siete una famiglia e la famiglia viaggia insieme.

La mia piccola ha la fortuna di avere familiari e tanti buoni amici all’estero: abbiamo i nonni, gli zii, i cugini e tanti amici in Macedonia, delle zie fantastiche in Belgio, Francia, Israele ed Inghilterra, lo zio negli Stati Uniti e tanti altri amici sparsi nel mondo. Era inevitabile che viaggiasse fin da piccola.

Così a meno di 3 mesi siamo andati a visitare i nonni al Sud, a 4 abbiamo preso il nostro primo volo per andare in Macedonia e a 6 mesi abbiamo scoperto il mare.

Certo, non abbiamo fatto viaggi lunghi o troppo stancanti, ma nel nostro piccolo ci stiamo muovendo e la cosa ci piace.

Sono passati ormai da un pezzo i tempi di quando le mamme restavano chiuse a casa con i loro piccoli per almeno 6/7 mesi. Per fortuna tante,tante cose sono cambiate: la mentalità, il prodotti alimentari, i mezzi di trasporto, le medicine, il peso e la trasportabilità dei passeggini e così via.

Oggi si possono trovare ottimi prodotti che ti aiutano a passare una bella vacanza lontano delle comodità di casa o che ti fanno sentire meno a disagio quando prendi un mezzo di trasporto.

Detto ciò, bisogna partire sempre preparati: gli alimenti, le medicine, il beautycase, i giochi preferiti e tante altre piccole cose dovranno essere pensate, preparate, impachettate e sistemate in modo che siano a portata di mano durante il viaggio.

Oltre ai pediatri che vanno sempre consultati prima, oggi ci sono anche tanti siti e blog di medicina, di mamme e aziende che si occupano di prodotti per l’infanzia che danno preziosi consigli su come prepararsi al meglio per il viaggio.

Io personalmente seguo M.O.M. Approved: un gruppo di 4 mamme di Bologna che si muovono spesso e scrivono sul posti/cafè/restoranti dove i bambini sono pùì che benvenuti. Credetemi, ci sono tante, tante cose che non notiamo prima di avere un bambino/a ma che all’improvviso diventano essenziali, come ad esempio il fatto che il locale/ristorante/bar dove siamo abbia almeno un fasciatoio.

Per quanto riguarda la destinazione invece, la distanza non conta. Se non si vuole andare lontano, in Italia ci sono migliaia e migliaia di posti da visitare: dai piccoli borghi, fino a spiagge più o meno vicine e ben attrezzate, parchi giochi e belle città da scoprire.

Basta solo decidere e viaggiare. Perché, per me, viaggare è vivere.

Buon viaggio,

Marija

Share Post
Written by

Mi chiamo Marija Belicheva. Sono macedone e vivo a Bologna da quatro anni. Sposata e da poco mamma della piccola Sophia. Mi occupo di Marketing e Commercio estero per una società emiliana. Ho studiato lingue, interpretariato e studi europei. Mi piace viaggiare, leggere e condividere.